ARTICOLI


Una birra con Ciccio / 11

Ragusarugby, 17 dicembre 2015

 
Due chiacchiere sui campionati di B e C con l’esperto di rugby (e di birre), Ciccio SchininÀ.

image

Ciccio, non abbiamo ancora bevuto e sei già raggiante. Per la vittoria sul Clan Messina del Padua o perché sai che birra berremo?
Non lo prendere come un atto di arroganza ma come una pura venerazione della perla che stiamo per bere: sono raggiante per la birra!!! Gli “psicopatici” del birrificio Jolly Pumpkin in collaborazione con Anchorage Brewing Company hanno sfoderato Calabaza Boreal, una Saison pazzesca, l’hanno messa in botti di rovere invecchiato e mandate a fermentare in Alaska a temperatura naturale. Il risultato è un impatto acido quasi a ricordare una lambic, subito bilanciato da una lunga nota agrumata lievemente dolce e un finale piccante che ti richiama subito il bicchiere per un ciclo potenzialmente infinito! Birra di un equilibrio pazzesco, riesce a dissetarti nonostante una complessità importante...senza parole.

Fin qui ti sei salvato. Adesso ti dico che per la tua squadra ormai occorrono “solo” dieci punti da totalizzare nelle ultime tre partite per accedere alla Poule Promozione. Chi saranno le vittime, il Syrako e l’Audax o pensate di vincere anche a Caltanissetta?
Sono abituato a guardare le partite una alla volta e domenica il calendario dice Syrako, non possiamo sbagliare. Voglio un impatto notevole sin dal primo secondo di gara, i regali li abbiamo già fatti domenica con Messina con una meta nei primissimi minuti omaggio, causa un flash mob di immobilismo della mischia; devo dire poi che i ragazzi sono saliti in cattedra con 4 mete di pregevole fattura in 17 minuti mettendo già al 22° il bonus in cassaforte e, al 47°, hanno chiuso la gara con la meta di Arrabito.

Sei d’accordo sul fatto che ormai i due posti per la Poule Promozione sono virtualmente assegnati e che le rimanenti quattro squadre dovranno solo cercare di evitare le ultime due posizioni, quelli che li farebbero giocare, nei Play Out, con Cavalieri Messina e Aquile del Tirreno?
Non sono ovviamente d’accordo perché ci sono ancora 15 punti in palio e 3 punti vantaggio sono un’inezia. Quindi taci e pensiamo a giocare domenica come si deve. Idem per la Poule Retrocessione perché anche arrivare quarti è una rogna, l’Amatori Palermo è un ostacolo durissimo. Non scordarlo mai.

Andiamo in B. Nel girone 1, con Civitavecchia promossa matematicamente e Colleferro ancora solo virtualmente, a chi assegni il terzo posto? Alla Capitolina o al Paganica dei due fratelli Modica?
Ovviamente al Paganica dei nostri fratelli Modica, ma lo assegnerei al Paganica anche senza i due paduini perché l’autenticità del rugby che si respira in quella zona è uno spettacolo. Squadre come Avezzano, Paganica appunto, L’Aquila, Gran Sasso avranno sempre il mio supporto

Il girone 2, invece, è zeppo di sorprese, sia in campo che grazie al giudice sportivo. Al momento, Benevento e Reggio Calabria a parte, tutte le altre possono giocarsi le loro chances per l’accesso alla Poule Promozione. Ti aspettavi un finale di girone così?
Onestamente a Settembre mi sarei aspettato una lotta tra Partenope e Messina per il terzo posto. Sono contento che anche il CUS prenda parte a questa corsa.

Non ti posso però non chiedere chi passerà il turno…
Calendario e classifica alla mano dico Partenope, anche se all’ultima di campionato ospiteranno un Reggio disperato costretto a vincere per partire con meno handicap di punti possibile in Poule Salvezza. Di sicuro gli appassionati non si annoieranno.

Ciccio, la birra è buona ma, sai, l’alcol scioglie la lingua e fa porre domande che da sobri magari non faresti. E allora ti chiedo: i nostri amici del Modica hanno giocato 6 partite, le hanno perse tutte, hanno segnato solo 18 punti, subendone 484. Non credi che questa mania del “faccio tutto io” sia stata deleteria per la squadra della Contea?
Bisogna partire dal principio che dai ragazzi del Modica, squadra per lo più composta da neofiti, nessuno giustamente si aspettava vittorie a grappoli. I ragazzi, a mio modestissimo parere, in questo momento devono solo pensare a crescere e a divertirsi quindi le sconfitte ci stanno. Se devo essere onesto però non mi aspettavo i 95 punti di Enna. Mi sono sembrati davvero troppi. Cambiare in corsa in una squadra di prima formazione non ha portato i suoi frutti, idem accentrare più incarichi. Un abbraccio forte ai giocatori e agli appassionati modicani e un sincero in bocca al lupo di alzare presto la testa. Non mollate!