ARTICOLI


Una birra con Ciccio / 5

Ragusarugby, 29 ottobre 2015

 
Due chiacchiere sui campionati di B e C con l’esperto di rugby (e di birre), Ciccio SchininÀ.

image

Ciccio, oggi metto subito il dito nella piaga: domenica il tuo Padua non ha giocato benissimo, ma nemmeno malissimo, lo dimostrano le tante occasioni di meta avute, che però non sono state sfruttate. Che cosa è mancato alla tua squadra?
È mancata la voglia di lottare su ogni pallone e la disponibilità al sacrificio. Senza queste cose puoi essere anche McCaw ma non vinci.

Adesso taglio carne e osso: quest’inizio balbettante del Padua non è che sia dovuto al fatto che in realtà l’organico a disposizione di coach Greco non è granché?
Stiamo giocando con tanti uomini fuori per infortuni e problemi di lavoro ma i 22 scesi in campo domenica sono assolutamente in grado di vincere le partite e di giocare bene a rugby. Non è un problema di qualità ma di testa: le partite si devono prima vincere, poi viene il risultato. Dobbiamo riacquistare la fame che avevamo 3 anni fa quando lottavamo per 80 minuti senza mai mollare; dobbiamo adattarci velocemente a un metro arbitrale assolutamente diverso rispetto a quello dell’anno scorso e per farlo bisogna essere “cattivi”, aggressivi, bisogna mettere la testa dovunque: facciamolo e ritorniamo a vincere e convincere, altrimenti perdiamo anche contro l’Under 14.

Ti vedo giù. Allora provo a farti tornare il buonumore con due domande di tuo gradimento. La prima: che intruglio mi stai facendo bere?
Beviamo una birra aggressiva per dimenticare questa orrenda domenica, una Sick and Tired, scotch ale del birrificio indipendente ELAV. Sette tipologie di malto per 7° gradi alcolici tra cui spicca il “peated”, un malto torbato tipico della produzione di scotch whisky e che dona appunto una piacevole nota torbata alla nostra birra.

In effetti è buona… Seconda domanda: il pallone ovale rimbalza dove meno te lo aspetti. Non trovi che sia la stessa cosa per quest’inizio di campionato? Il Clan Messina perde male a Ragusa e poi batte bene il Padua; i Briganti se la giocano alla pari con il Padua e poi crollano a Siracusa.
Ti avevo detto in tempi non sospetti che il Syrako sarebbe stato una “rogna” e così sarà per tutti, in particolare dopo gli ultimi innesti fuori categoria. Il Clan Messina in casa si trasforma, ha un ottima linea mediana e 15 giocatori che sanno esattamente cosa fare e tatticamente molto diligenti; a questo aggiungici un’Audax che ha sfoderato una gran prestazione contro la Nissa e i motivi per rendere assolutamente aperta la lotta al secondo posto fino all’ultima giornata ci sono tutti.

Forse l’unica certezza è finora la Nissa, che vince sempre…
La Nissa nemmeno la considero, il primo posto è loro, e solo loro possono perderlo.

Ciccio, un piccolo sguardo lo diamo agli altri girone di serie C dell’Area4? In Campania l’unica a punteggio pieno è il Santa Maria C.V. mentre in Puglia ci sono le Tigri di Bari. Tutto secondo pronostico?
No, mi aspettavo un Trepuzzi saldamente primo; la sconfitta a Monopoli mi ha lasciato perplesso. Ma d’altronde mi ha lasciato molto perplesso anche la nostra di sconfitta quindi...

In Puglia fanno rumore le due sconfitte della Svicat, l’altra squadra retrocessa dalla B insieme al Padua.
Non sono d'accordo! La Svicat sta ripartendo dai giovani, scende in campo con qualche senatore e tantissimi ragazzini, con un età media che domenica scorsa era ad esempio di 20,1. Miglioreranno giornata dopo giornata, senza assillo.

Saliamo di un gradino. In B ci sono state le vittorie di Napoli e Messina, nel girone Sud, e di Civitavecchia e Paganica, nel girone Nord. Mi pare non ne sia sorpreso.
Nessuna sorpresa, Civitavecchia è un rullo compressore e la Partenope in casa è difficilmente battibile. Più combattuto invece il derby dello stretto con un Messina più pronto e più in palla e un Reggio da rivedere.

Invece non si sono giocate Amatori Catania-Benevento e Colleferro-Frascati. Il primo incontro per la grave situazione che ha interessato la città campana, sommersa dal fango, mentre il secondo perché, ormai sembra un fatto conclamato, la squadra laziale non ha giocatori.
I ragazzi di Benevento stanno dando un immenso sostegno alla città, lavorando senza sosta per il bene comune. Un grande plauso. Quando si giocherà, mi piacerebbe essere presente… sarà un partitone! Per quanto riguarda Frascati, aspetto con ansia la terza giornata per vedere come si muoverà la FIR.

Vorrei chiudere con un tuo commento sulle penalizzazioni inflitte la settimana scorsa ad alcune società.
Ce ne sono state tante, troppe. C’è da capire quante realmente per colpa delle società e quante invece legate al malfunzionamento del sistema FIR che per due giornate è stato in panne. Abbiamo riscontrato tante anomalie, temo grappoli di ricorsi.

Io invece adesso vorrei fare ricorso al secondo bicchiere. Me lo offri?