ARTICOLI


Una birra con Ciccio / 3

Ragusarugby, 08 ottobre 2015

 
Due chiacchiere sui campionati di B e C con l’esperto di rugby (e di birre), Ciccio SchininÀ.

image

Ciccio, questo fine settimana sono finite le amichevoli precampionato e da domenica prossima, con la prima giornata del campionato Under18, si inizia a fare sul serio. “Finalmente” o “di già”?
Finalmente!!! Stiamo sclerando senza agonismo. Si rischiano risse pure nella briscola in 5 se non iniziamo di corsa.

Per me “finalmente” arriva la birra. Che mi stai facendo bere?
Oggi beviamo una perla, la XX-L, birra speciale per un’occasione speciale e cioè i 20 anni del Lucernaio Pub, nostro storico partner del nostro grande amico Gianni Tumino che si è cimentato nella realizzazione di questa birra esclusiva e, di fronte al maestro, mi limito a riportare le sue parole: “colore chiaro, stile belgian pale ale, grado alcolico 6,5%, nazionalità ‘ragusa’! Nasce dalla mia passione birraia in collaborazione con Marco Giannino, mastro birraio del birrificio Yblon. Naturalmente si parla di una birra artigianale non pastorizzata né filtrata, ed un dry-hopping finale in maturazione”. Alle parole di Gianni non posso fare altro che spillarne un’altra. Dai, sono buono... una anche per te.

La birra è ok, iniziamo a parlare di rugby e iniziamo con la novità della stagione: la Triskele, la franchigia cui partecipano buona parte delle società siciliane. Domenica i Triskelini debuttano a Ragusa con il Padua. Dimmi che pensi di quest’esperimento.
È un esperimento che è giusto tentare, nonostante i mille problemi strutturali e di distanza che purtroppo la nostra terra ci “offre”. Quest'anno, a mio modo di vedere, serve per conoscerci nei metodi di lavoro e di gestione, a sperimentarci nell’agire cooperativo, per gettare le basi per una franchigia solida.

Andiamo ai “grandi”. In queste settimane si sono giocate tante amichevoli. Che impressione ti hanno fatto le squadre della serie C1 siciliana?
Notevole impressione mi ha fatto la Nissa nell'amichevole con l’Amatori Messina: la sconfitta per 28 a 14 è un ottimo risultato. I nesseni hanno giocato alla pari con i peloritani offrendo una prestazione maiuscola soprattutto in mischia ordinata, facendo vedere buone individualità nei trequarti: è palese che dovremo rincorrere. Per quanto riguarda la Coppa Barocco ho visto dei Briganti in palla e con buoni margini di miglioramento; voglio invece rivedere l’Audax e il Syrako che mi sono sembrati un po’ in ritardo di preparazione e sicuramente con alcuni uomini fuori per essere giudicati in modo esaustivo.

Ho una domanda sul Padua che ti voglio fare anche se so che dopo mi odierai e mi risponderai in modo generico e “politically correct”. Al quadrangolare per la Coppa Barocco di sabato scorso, dalla tribuna ci è sembrato di vedere un Padua tanto superiore alle squadre che ha affrontato. È vero o ci hanno “fatto pupipupi” gli occhi?
Abbiamo una rosa ampia e un ritmo di gioco in questo momento superiore alle altre squadre. Chiaramente questi due fattori hanno fatto la differenza. Ma un osservatore attento avrà sicuramente notato la differenza tra la gara con i Briganti e la successiva con l’Audax: nella prima i catanesi hanno rallentato notevolmente la nostra manovra, costringendoci ad adattare il piano di gioco, mentre siamo riusciti a dettare i tempi con autorevolezza solo nel secondo match. Se vogliamo puntare alla seconda fase questo non deve più accadere.

Ciccio, che mi dici delle squadre che giocheranno in serie B? Chi ti ha più impressionato in questo precampionato.
È chiaro che i risultati del precampionato spesso lasciano il tempo che trovano ma la vittoria per 50 a 3 del Benevento in casa del Colleferro mi ha spiazzato totalmente: non mi aspettavo una vittoria con un risultato così eclatante. 

Due parole le vogliamo spendere per l’altra squadra iblea, il Modica?
A Modica c’ tanto entusiasmo, tanta gente competente come Marcello Bellaera, Max Cannata, Angelo Iozzia, gente che insieme agli altri, ovviamente, se avrà il giusto spazio, potrà portare il Modica Rugby a diventare una base solida del movimento siciliano. I nostri migliori auguri per il campionato di C2 e pieno e disinteressato supporto ai ragazzi del Modica per lo sviluppo del rugby in provincia.

La birra è finita, ti faccio risparmiare i soldi di un altro bicchiere chiudendo qui. Ci rivediamo per la prima di campionato. Il Padua andrà al San Teodoro di Librino. Quanto sei contento di iniziare facendo visita ai tuoi amici briganti?
È la cosa che più mi è mancata della C1, con i Briganti mi sento a casa.